Olio d’oliva e benessere: un binomio perfetto

 | 20 Gen, 2024

EVO e salute, una connessione storica nella dieta mediterranea! Se anticamente solo i popoli che si affacciano sul Mediterraneo conoscevano le doti salutari dell’olio d’oliva, oggi in tutto il mondo viene apprezzato per i suoi benefici. È diventato un simbolo di benessere e dieta mediterranea, molto apprezzato in tavola per i principi nutrizionali e il suo inconfondibile gusto.

Vitamina E e antiossidanti nell’EVO

Tra i composti naturali che compongono l’olio d’oliva, spiccano sicuramente i cosiddetti antiossidanti, ossia le sostanze naturali in grado di contrastare l’invecchiamento e i danni cellulari.

Tra i principali antiossidanti dell’EVO c’è la vitamina E, che possiede numerosi vantaggi per il nostro benessere. Presente nell’olio d’oliva naturalmente, questa potente sostanza sotto forma di “alfa tocoferolo” supporta il sistema immunitario, la protezione e la bellezza della pelle. Per uso esterno, infatti, l’EVO è stato sempre considerato un balsamo benefico contro i danni dei raggi solari, emolliente e lenitivo. I benefici della vitamina E comprendono anche un effetto vasodilatatore, che migliora la circolazione sanguigna e la presenza nel sangue di colesterolo HDL (buono). Aiuta anche il benessere della retina, favorendo la nostra vista.

La vitamina E è parte delle vitamine liposolubili con effetti antiossidanti, che svolgono un ruolo importante, come abbiamo accennato. Le molecole antiossidanti combattono i radicali liberi, ovvero gli elettroni che si sono distaccati da un atomo, e possono nuocere al nostro organismo. Nella ricerca contemporanea i radicali liberi sono stati collegati all’invecchiamento precoce e a diversi possibili danni cellulari.

Sappiamo che l’olio extravergine di oliva è un’ottima fonte di composti antiossidanti che, oltre alla vitamina E, comprendono l’oleaceina e l’oleocantale e diversi composti fenolici. Sostanze che aiutano a mantenersi sani a livello cardiocircolatorio, supportando le corrette funzioni cerebrali. Inoltre, l’acido grasso più importante dell’olio d’oliva è l’acido oleico che, insieme agli altri antiossidanti dell’olio d’oliva, possono aiutare a combattere le infiammazioni.

Alcuni recenti studi della ricerca scientifica, si stanno concentrando proprio su questo problema, la cosiddetta “l’infiammazione cronica” dell’organismo, che può portare a diverse patologie. Alcuni alimenti possono causare infiammazione, insieme allo stress, e alla scarsa attività fisica. Una condizione nociva, scongiurabile anche tramite una dieta ricca di alimenti benefici come l’olio d’oliva.

Grassi monoinsaturi per una sana alimentazione

L’olio extravergine di oliva è anche ricco di acidi grassi monoinsaturi, considerati dei grassi “sani”, che non intaccano la salute del cuore, anzi potrebbero proteggerlo.

Si tratta di molecole di grasso che provengono da fonti vegetali, e mostrano un legame di carbonio “insaturo” nella molecola. Possono contribuire a ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue, riducendo il rischio di patologie cardiache e ictus, e inoltre forniscono sostanze nutrizionali utili alle cellule del nostro corpo. Questi grassi monoinsaturi, insieme ai polinsaturi, sono migliori dei grassi saturi e i grassi trans, che possono avere effetti negativi sulla salute – facilitano l’accumulo di placche nei vasi sanguigni.

Solitamente gli oli come l’EVO, ricchi di grassi monoinsaturi, forniscono anche la vitamina E, chiudendo il cerchio delle sostanze benefiche e antiossidanti. In particolare, però, l’olio extravergine di oliva contiene la più alta percentuale di grassi monoinsaturi.

In definitiva, come ottima fonte di grassi monoinsaturi, rappresenta uno degli oli più sani che si possano consumare in una dieta equilibrata.

Integrare l’extravergine d’oliva nella dieta quotidiana è semplice. Tantissime delle nostre ricette comprendono questo ingredienti, che può anche sostituire il burro o altri grassi nocivi durante la preparazione del cibo. Oltre a cucinare con l’olio d’oliva, si può usare a crudo per il condimento, negli impasti dei prodotti da forno e persino di alcuni dolci.

Olio d’oliva e protezione del cuore

Un altro nutriente essenziale utile dell’EVO è la vitamina K, che svolge un ruolo fondamentale per la salute delle ossa, la coagulazione del sangue e la salute del cuore.

A questo proposito, la salute cardiovascolare è favorita da una dieta che comprenda un olio ricco di grassi sani come l’extravergine d’oliva. Può contribuire al benessere cardiaco, riducendo il rischio di colesterolo, che abbiamo visto essere un fattore negativo. Le placche arteriose, formate da colesterolo e altre sostanze, aumentano il rischio di ictus e patologie cardiovascolari.

In particolare, però, sono i polifenoli dell’olio d’oliva che possono contribuire a proteggere il cuore e rafforzare le pareti di arterie e vene. Aiutano il corpo nell’impedire alle piastrine del sangue di raggrupparsi, causando degli attacchi cardiaci.

Inoltre, l’EVO viene considerato utile per regolare la pressione sanguigna, e fornisce all’organismo tracce di potassio – minerale che favorisce il buon funzionamento dei reni e del cuore.

Recentemente, sono stati fatti degli studi per dimostrare l’efficacia dell’olio d’oliva nella protezione cardiovascolare, soprattutto in relazione allo stile alimentare. Negli ultimi anni alcune ricerche condotte da diverse Università spagnole e statunitensi, hanno valutato come il consumo di olio d’oliva sia associato a un minor rischio di malattie cardiovascolari e ictus.

Olio d’oliva e cucina sana: ricette a base di EVO

L’EVO o olio Extra Vergine di Oliva, è quindi la scelta migliore per una cucina sana e nutriente. L’importante è che sia olio di alta qualità, spremuto a freddo.

Sono tante le ricette salutari che integrano l’olio d’oliva e, come abbiamo accennato, nella cucina italiana è un elemento principe in tavola. Sia nella cottura sia a crudo su verdure, insalate, carne, nei sughi della pasta o negli impasti. Tra le ricette semplici e gustose, veramente sane, ci sono le zuppe di legumi, in cui l’olio extravergine serve per il soffritto e dona un sapore intenso ad alimenti benefici come lenticchie, ceci, pomodoro, patate o cereali come il farro.

Un consiglio salutare in cucina? Invece di friggere o soffriggere con l’olio d’oliva, per mantenere al massimo i suoi benefici salutari è utile inserirlo nelle ricette a crudo. Specialmente in combinazione con il pomodoro o le verdure, oppure nel filo d’olio che fa la differenza come finitura sul pesce e sulla carne arrosto.
Anche se non cambia il suo potenziale antiossidante (si mantiene nella cottura), le ricette più leggere aiutano a mantenersi in forma, usando l’EVO con la giusta quantità e qualità.
Perfetto come condimento, per gustarne al massimo gli aromi e ottenere tutti i suoi nutrienti!

Articoli correlati

Il Migliore Olio Extravergine di Oliva Italiano

Il Migliore Olio Extravergine di Oliva Italiano

L'EVO rappresenta una pietra miliare della dieta mediterranea, da secoli. In particolare in Italia, l' olio extravergine di oliva fa parte di una tradizione millenaria, e ad oggi la nostra penisola vanta una ricca varietà di terroir ossia territori specifici per la...